DALLA TECNOLOGIA SOSTENIBILE A UN NUOVO UMANESIMO

News

Sicurezza stradale, le soluzioni di Borgo 4.0 in piazza per “Sii saggio, guida sicuro”

SIi-saggio-guida-sicuro-_-Borgo-4.0-9-maggio-Napoli3
In Evidenza

Sicurezza stradale, le soluzioni di Borgo 4.0 in piazza per “Sii saggio, guida sicuro”

 

Monitorare e rilevare in tempo reale eventuali guide “spericolate”, dotare gli incroci stradali di sensoristiche in grado di rilevare la presenza di emergenze, per esempio il passaggio di una autoambulanza, e regolare il traffico in modo da favorirne il passaggio. Non solo, installare nel manto stradale strumenti leggerissimi che consentono di valutarne l’usura e prevenire attività di manutenzione. Sono solo alcuni degli esempi delle soluzioni in fase di sviluppo nell’ambito di Borgo 4.0 presentate oggi a Napoli, in piazza Municipio, nell’ambito della X edizione di “Sii saggio, guida sicuro”, manifestazione promossa dalla Regione Campania, Comune di Napoli e attuato dall’Anci Campania in collaborazione con l’Associazione Meridiani.

Trasmettere ai giovani il senso di responsabilità nei confronti della loro vita ma anche di quella degli altri quando sono alla guida. È questo lo spirito dell’iniziativa, cui Borgo 4.0 ha aderito con la presenza di tre aziende in particolare: Adler, NetCom e Ams.

Borgo 4.0 comprende 16 linee di progetto. Promossa da Anfia, guidata da Paolo Scudieri, e cofinanziato dalla Regione Campania, Borgo 4.0 è una piattaforma di ricerca e tecnologica che coinvolge un partenariato pubblico-privato di 54 imprese del settore, 3 Centri di Ricerca pubblici, 5 Università campane, il Cnr per complessivi 200 ricercatori.

Nel corso della manifestazione c’è stata la premiazione del concorso di idee “Inventa una soluzione per la sicurezza stradale” all’interno del “Villaggio sulla sicurezza stradale”. L’aspetto tecnico della manifestazione è stato affidato al Gruppo Almas, guidato da Paolo Scuderi, nonché presidente di Anfia Automotive, soggetto gestore del progetto Borgo.

A effettuare il taglio del nastro della manifestazione è stato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, mentre in precedenza il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi aveva visitato gli stand, per i ragazzi c’è stata l’occasione di ascoltare le testimonianze di genitori che hanno perso i propri figli perché ‘vittime della strada’ ma anche di chi ha visto stravolgere la propria vita.

La sicurezza è al centro di numerose linee progettuali di Borgo 4.0, con i progetti ‘Talete’,  ‘Socrate’, ‘Seneca’ e ‘C-Mobility’, che insieme si pongono l’ obiettivo di rendere più sicuri gli spostamenti, di cose e persone, attraverso flussi logistici e di traffico organizzati e a minor costo attraverso soluzioni tecnologiche IoT, con strade e oggetti connessi, capaci di identificare ed evitare le situazioni di pericolo. Non solo, in un’ottica di mobilità sicura sono in fase di sviluppo anche strumenti a supporto di attività di manutenzione, prevenendo la degenerazione del manto stradale con interventi mirati e pianificati.

Un significativo contributo nella ricerca dedicata alla sicurezza è dato anche dai progetti Adler Speed Lab e Sistema 4.0@Lab. Il primo, infatti, punta alla creazione di un centro di test, sperimentazione e prove, che permetta di effettuare la verifica sperimentale dei veicoli e dei sistemi che sono progettati e sviluppati, anche in forma prototipale, all’interno della intera piattaforma tecnologica. Il secondo, attraverso azioni di ricerca, sviluppo e trasferimento tecnologico, darà vita al primo esempio in Italia, nel Borgo di Lioni in provincia di Avellino, di una smart road urbana ed extra urbana destinata a testare le più avanzate soluzioni legate alla mobilità autonoma e connessa.

Il progetto “Sii saggio, guida sicuro” nel corso dell’anno ha visto la realizzazione di 32 incontri formativi e divulgativi su tutto il territorio campano e sono stati oltre 8mila gli studenti degli istituti di primo e secondo grado, ma anche degli Atenei campani, che sono stati formati da personale delle forze dell’ordine, da vigili del fuoco, da esperti in materia di sicurezza stradale che sono stati coadiuvati da Alfonso Montella, presidente della Commissione tecnico-scientifica del progetto e docente di sicurezza stradale dell’Università Federico II di Napoli.

 

 

LE INNOVAZIONI DI AMS PER LA SICUREZZA

Il progetto “Socrate”, di cui è capofila Industry AMS, coordina un insieme di iniziative tecnologiche volte ad aumentare la sicurezza, la fruibilità̀ e la efficienza della viabilità̀ stradale, raccogliendo e mettendo a disposizione dei vari portatori di interesse una gran mole di informazioni sulle condizioni del traffico, sulle condizioni ambientali e sulle condizioni della infrastruttura stradale stessa. Il progetto punta a sviluppare una nuova generazione di barriere stradali che alla tradizionale funzione di sicurezza passiva dell’utente mediante il contenimento dei veicoli impattanti secondo i requisiti di norma, uniscano caratteristiche di basso impatto ambientale e soprattutto elementi di sicurezza attiva smart, che la rendano capace di diagnosticare le condizioni di sicurezza della viabilità e di dialogare per trasmettere in tempo reale le informazioni raccolte ai gestori dell’infrastruttura, agli utenti ed in prospettiva ai veicoli a guida autonoma.

La possibilità di alloggiare le funzionalità di smart mobility all’interno di una infrastruttura, quale la barriera di sicurezza, già necessaria in quanto prevista da tutte le norme internazionali di settore ed il cui costo è quindi già considerato dai vari gestori delle infrastrutture stradali, costituisce un elemento essenziale per rendere economicamente sostenibile la tecnologia “Smart Mobility” e permettere di accelerare la sua adozione nel mercato. La tecnologia sviluppata nel progetto Socrate permette di assolvere al monitoraggio delle infrastrutture che rappresenta una delle esigenze primarie dei gestori delle stesse, che hanno tra gli altri anche il compito di renderle efficienti e sicure attraverso interventi di infrastrutturazione e di manutenzione del manto stradale, monitorandone lo stato di conservazione allertando gli utenti in caso di irregolarità tali da compromettere la sicurezza e l’efficienza dei veicoli.

INCROCI SMART E MONITORAGGIO “ANTI SPERICOLATI”, LE SOLUZIONI NETCOM
Nel corso dell’evento Netcom Engineering ha presentato due soluzioni tecnologiche relative al progetto di ricerca di Borgo 4.0 “C-Mobility”. In particolare, uno è relativo al monitoraggio comportamentale del conducente. La soluzione permette di utilizzare i dati relativi alla comunicazione Vehicle to Vehicle per capire se si sta guidando in maniera prudente ed al fine di migliorare la consapevolezza alla guida. Il secondo “use case” ha riguardato la gestione intelligente di un incrocio attraverso l’utilizzo di una Road Side Unit e delle comunicazioni Infrastructure to Vehicle, per gestire le precedenze e, nello specifico, per consentire agevolmente il passaggio di veicoli ad alta priorità, per esempio veicoli di forze dell’ordine o ambulanze).

Qui un esempio delle soluzioni tecnologiche sviluppate da Netcom